ECONOMIA DELLE FILIERE AGROALIMENTARI

Crediti: 
8
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA ED ESTIMO RURALE (AGR/01)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso fornisce le conoscenze di base del sistema e del mercato dei prodotti agroalimentari e individua alcuni approcci metodologici all’analisi di filiera. Al termine del corso, lo studente sarà in grado di condurre l’analisi di una filiera agroalimentare. Le conoscenze acquisite permetteranno di analizzare le dinamiche ed i problemi dell’attuale sistema agroalimentare che si confronta con una crescente pressione competitiva in un contesto di globalizzazione dei mercati. Lo studente sarà in grado di interloquire con gli operatori delle filiere e con le istituzioni competenti, in materia di organizzazione, strategie e marketing delle filiere agroalimentari.

Prerequisiti

Conoscenze di base di microeconomia.

Contenuti dell'insegnamento

Le filiere agro alimentari si riferiscono ad un sistema vasto e complesso che comprende realtà differenziate ed in veloce evoluzione. Il sistema agroalimentare si compone, infatti, del settore agricolo che produce, dell’industria che trasforma, della distribuzione commerciale e del consumo. I temi affrontati dal corso riguarderanno: le specificità del sistema agroalimentare; i settori che compongono il sistema agroalimentare; il mercato al consumo dei prodotti agroalimentari; il concetto e l’analisi di filiera; le politiche istituzionali in materia agroalimentare; i meccanismi di coordinamento della filiera ed il ruolo della qualità nelle filiere industriali e locali.

Programma esteso

1. Concetti introduttivi e definizioni per il sistema e la filiera agroalimentare
2.Analisi dei sistemi agroalimentari e del comportamento del consumatore
3. Meccanismi di coordinamento delle filiere
4. Le politiche istituzionali
5. I segni della qualità

Bibliografia

Economia del sistema agroalimentare. Menozzi D. IV Edizione, Università di Parma, Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche.

Metodi didattici

Lezioni, quiz, visione critica di video, seminari.

Modalità verifica apprendimento

La prova avrà forma scritta. Il voto finale è espresso in trentesimi.
La prova prevede 26 domande con risposta multipla (1 punto risposta corretta, 0 punti risposta errata), e due domande con risposta aperta (2 punti risposta completa, 1 punto risposta parziale, 0 punti nessuna risposta). La correzione delle risposte aperte avverrà solamente se verrà conseguito almeno il punteggio di 18 nelle domande a risposta multipla. Il test, essendo strutturato con domande sia chiuse che aperte, permetterà di valutare le conoscenze e la capacità di comprensione, l’autonomia di giudizio, la capacità di apprendimento e la capacità di comunicare con linguaggio tecnico appropriato.
La lode verrà assegnata a quegli studenti che, oltre ad avere rispettato i requisiti necessari per ottenere la valutazione piena, abbiano complessivamente dimostrato un’apprezzabile conoscenza sistematica dell’argomento, un’ottima capacità di applicare le conoscenze acquisite, una rilevante autonomia di giudizio, nonché una cura particolare nella stesura formale delle risposte alla domanda/e a risposta aperta.
I voti saranno pubblicati su ESSE3.