DIRITTO COMMERCIALE E SOCIETARIO ITALIANO ED EUROPEO

Docenti: 
BOTTI LORENZO PAOLO
Crediti: 
12
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

a) Conoscenza e capacità di comprensione:
le regole che governano il funzionamento dell'impresa individuale e collettiva, con particolare attenzione alle ragioni che stanno alla base delle scelte operate dal legislatore e verificando in che misura esse diano luogo ad un contemperamento efficiente degli interessi coinvolti
b) Capacità di applicare le conoscenze: lo studente sarà in grado di
individuare la disciplina giuridica applicabile alle diverse situazioni che si
presentano all’impresa e alle opzioni strategiche che essa intende porre
in atto, individuando gli strumenti giuridici utilizzabili. Egli conoscendo
potenzialità, vincoli e rischi, potrà proporre le soluzioni più avvedute.
c) Autonomia di giudizio: lo studente potrà affrontare proficuamente le
principali scelte aziendali sia nella fase fisiologica della vita dell’impresa,
sia in quella patologica.
d) Abilità comunicative: al termine del corso, lo studente avrà acquisito
capacità relazionali e capacità di esprimersi in modo efficace e con un
linguaggio giuridico appropriato.
e) Capacità di apprendere: il corso si prefigge di favorire l’apprendimento
dello studente mediante un corretto approccio allo studio delle discipline
giuridiche attraverso l’esame di testi normativi, contrattuali e
giurisprudenziali e la discussione guidata degli stessi

Prerequisiti

Conoscenza del diritto civile (privato).

Contenuti dell'insegnamento

L’insegnamento ha ad oggetto lo studio dell’impresa, individuale e collettiva, tanto sotto il profilo nozionistico che delle discipline vigenti.
Definiti i concetti di base, il corso sarà incentrato sullo studio dello statuto dell’imprenditore in generale e dell’imprenditore commerciale, con
particolare alle discipline previste in materia di pubblicità e
rappresentanza legale, azienda, concorrenza, titoli di credito, nonché crisi d’impresa (a
cui sarà dedicato un modulo apposito).
La seconda parte del corso sarà volta allo studio delle regole in materia di impresa collettiva in forma societaria, con specifico riferimento alle discipline che interessano la costituzione, l’organizzazione, la gestione e la liquidazione delle società di persone, di capitali e cooperative, incluse
le tematiche, quali operazioni straordinarie, gruppi di società, patti
parasociali, che interessano in via trasversale i tipi sociali oggetto di studio.

Bibliografia

In alternativa
1) G.F. Campobasso, Manuale di diritto Commerciale, Torino, UTET, ultima edizione, con esclusione dai seguenti paragrafi:
- PARTE PRIMA: I segni distintivi
- PARTE PRIMA: Opere dell'ingegno. Invenzioni industriali;
- PARTE TERZA: tutta;
2) M. Cian, Manuale di diritto Commerciale, Torino, Giappichelli, ult. ed. (con esclusione dei §§ 12, 13, 14, 15, 16 e della Sezione Sedicesima).
E' consigliabile che lo studio sia effettuato utilizzando un codice civile aggiornato.

Metodi didattici

Lezioni frontali di carattere teorico-pratico, con approfondimenti ed
esercitazioni.
Se non possibile in presenza, le lezioni si svolgeranno in telepresenza attraverso l’utilizzo delle piattaforme Teams ed Elly. In particolare, saranno realizzate lezioni in modalità sia sincrona (via Teams) che asincrona (caricate sulla pagina Elly del corso). Acquisizione dell’autonomia di giudizio: gli studenti verranno stimolati a individuare le soluzioni dei casi che verranno prospettati durante le
lezioni.
Acquisizione delle capacità di apprendimento: per ogni argomento si partirà dalla illustrazione del fenomeno che il legislatore ha regolato e si analizzeranno criticamente e in prospettiva applicativa le norme adottate
ed i principali orientamenti, inclusa la casistica giurisprudenziale,
esistenti in materia.
Acquisizione del linguaggio tecnico: durante l’insegnamento verrà illustrato ed applicato il linguaggio tecnico-giuridico.

Modalità verifica apprendimento

La valutazione conclusiva si svolge mediante un’unica prova di esame in
forma orale.
Per i frequentanti è prevista la possibilità di sostenere una prova parziale
scritta relativa alla prima parte del corso, composta da tre domande
parte (una per ciascuno dei tre macrotemi trattati).
Nel corso delle prove vengono accertate: le conoscenze, le capacità di applicare le conoscenze, le capacità di comunicare con linguaggio tecnico
adeguato, l’autonomia di giudizio e la capacità di apprendere.

Altre informazioni

Durante il corso potranno essere organizzati dei seminari di esperti sugli
argomenti del programma.