STORIA DELL'INTEGRAZIONE EUROPEA

Docenti: 
Crediti: 
9
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
STORIA ECONOMICA (SECS-P/12)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Lo studente potrà applicare quanto appreso per meglio comprendere la complessità e la criticità delle attuali dinamiche relazionali tra Stati nazionali e Unione Europea. Al termine del corso ci si attende che lo studente sia in grado di:
a) conoscere l'evoluzione del concetto di Europa, in senso culturale, e lo sviluppo delle istituzioni europee in senso politico ed economico;
b) saper inserire le attuali trasformazioni in un contesto coerente di lungo periodo;
c) Saper valutare in modo critico le vicende politiche, economiche e sociali che avvengono all’interno del comune spazio europeo ( autonomia di giudizio).
d) utilizzare un patrimonio concettuale sul tema dell’Europa assolutamente indispensabile alla formazione e alla comunicazione di uno studente triennale in Economia.
e) sperimentare un metodo didattico solo in parte “tradizionale” basato su lezioni frontali, ma anche su momenti seminariali di confronto.

Prerequisiti

No

Contenuti dell'insegnamento

Il corso analizza le dinamiche storiche di lungo periodo del processo di integrazione europea, sia dal punto di vista politico e culturale sia da quello economico. Nella prima parte si analizzerà il lento maturare dell’idea di unità europea, soffermandosi sulle spinte e sulle resistenze incontrate nel corso dei secoli. Nella seconda parte l’accento sarà invece posto sul processo di costruzione, dopo la Seconda guerra mondiale, delle istituzioni europee e sulle opportunità da esse offerte alle diverse economie continentali di crescere, espandersi e integrarsi.

Bibliografia

H. Mikkeli, Europa. Storia di un’idea e di un’identità, Bologna, il Mulino, 2002. B. Olivi e R. Santaniello, Storia dell’integrazione europea, Bologna, il Mulino, 2010.
Mauro Campus, L’Italia, gli Stati Uniti e il piano Marshall, Roma-Bari, Laterza, 2008.

Metodi didattici

Il corso a causa del protrarsi delle condizioni di incertezza causate dagli effetti del Covid-19, si svolgerà in modalità e-learning utilizzando strumenti didattici sia sincroni che asincroni.
Nella prima parte del corso (circa 50% delle ore complessive), le attività comprenderanno: (i) lezioni live streaming, realizzate con l’utilizzo delle piattaforme concesse in licenza d’uso dall’Ateneo (Teams e Zoom); (ii) lezioni prerecorded, il cui link sarà reso disponibile sul sito Elly; (iii) eventuali altri materiali e attività di approfondimento.
La seconda parte (circa 50% delle ore complessive) sarà invece dedicata alla presentazione dei lavori degli studenti, organizzati in piccoli gruppi, elaborati sulla base delle indicazioni bibliografiche e documentarie concordate col docente. Le presentazioni avverranno on-line, con l’utilizzo delle piattaforme concesse in licenza d’uso dall’Ateneo (Teams e Zoom).
Dopo la prima parte del corso è prevista una prova intermedia, che si svolgerà on-line in forma orale
Il voto finale, calcolato in 30mi, sarà la somma dei voti delle due parti di esame che valgono 15 punti ciascuna
Tutti i materiali didattici utilizzati saranno disponibili sul portale Elly.

Modalità verifica apprendimento

Sono previste due modalità per il superamento dell’esame:
(1) Prova intermedia di verifica + Presentazione on line
Prova intermedia di verifica:
Le conoscenze e la capacità di comprensione saranno accertate attraverso un colloquio.
Questa parte dell’esame avrà un valore del 50%.
Presentazione
Le presentazioni in aula saranno valutate sulla qualità dei seguenti elementi:
a) originalità e innovatività del lavoro (capacità di sviluppare il tema proposto in modo originale rispetto alla letteratura e alla documentazione utilizzate).
b) chiarezza ed efficacia comunicativa delle slide (stile, linguaggio).
c) qualità e chiarezza dell’abstract (nel presentare gli obiettivi, le fonti utilizzate, i risultati ottenuti).
d) coerenza tra le fonti utilizzate, l’analisi e la sintesi proposta.
e) coerenza tra domande di ricerca e analisi proposta (esempio: se ci si propone di studiare la qualità del pellame delle scarpe indossate non si può poi analizzare il cotone della camicia). Questa parte dell’esame avrà un valore del 50%.

(2) Esame orale unico
Esame orale:
Alla fine del corso si svolgerà un esame orale on-line
Le risposte verranno valutate alla luce della capacità di esprimere autonomia di giudizio, capacità di apprendimento critico e di effettuare collegamenti trasversali tra argomenti differenti.
La capacità di comunicare sarà valutata verificando l’adeguatezza e l’efficacia del linguaggio utilizzato; sarà inoltre accertata la propensione a chiarire il significato dei termini e dei concetti utilizzati.
Le sopraindicate modalità per il superamento dell’esame sono valide per tutti gli appelli della sessione invernale dell’a.a. 2020-2021. Qualora le condizioni sanitarie lo rendano possibile, a partire dagli appelli primaverili, si ritornerà alle modalità di esame in presenza, con modalità operative che verranno tempestivamente comunicate agli studenti.