ISTITUZIONI DI MACROECONOMIA

Crediti: 
10
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Conoscenza e capacità di comprensione

Lo studente comprende al termine del corso il funzionamento dei sistemi economici e le determinanti del loro sviluppo nel tempo.

Lo scopo è fornire strumenti adatti ad analizzare e a comprendere: • le ragioni della crescita o declino delle principali grandezze macroeconomiche nel tempo;

• il modo in cui queste grandezze interagiscono tra loro all’interno del p a e s e ;

• le influenze del grado di apertura del paese al commercio internazionale sull’economia nazionale;

• il modo e la misura in cui le Autorità di Politica Economica (Governo,

Banca Centrale) possono influire su queste grandezze allo scopo di migliorare la situazione economica del paese;

• la storia, il funzionamento e l’importanza dell’Unione Monetaria Europea.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

• Acquisizione degli strumenti di base della macroeconomia per la redazione di modelli macroeconomici di equilibrio.

• Acquisizione degli strumenti di base per comprendere ed elaborare le principali statistiche economiche.

• Acquisizione degli strumenti di base per valutare l’impatto delle politiche economiche nel breve, nel medio e nel lungo termine

Autonomia di giudizio

• Capacità di valutare i risultati degli studi macroeconomici e le azioni di politica economica Abilità comunicative

• Capacità di esporre in forma critica i risultati degli studi macroeconomici e gli scenari descritti dalle statistiche economiche sia a soggetti qualificati ed esperti su temi economici sia a soggetti non addetti ai lavori.

Capacità di apprendere

Capacità di esporre in modo sintetico argomenti complessi facendo ricorso a grafici e a formule matematiche.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso è dedicato alla Macroeconomia ed ha la funzione di fornire una

descrizione rigorosa e critica del funzionamento di un sistema economico nel suo complesso. In particolare verranno affrontate le tematiche elencate di seguito. 1) Il breve periodo a) i mercati reali

b) i mercati finanziari

c) il modello IS-LM

2) La politica economica nel breve periodo

3) Il medio periodo

a) il mercato del lavoro

b) il modello AD-AD

c) la curva di Philips

4) Il lungo periodo. Il modello di Solow

5) L'economia aperta

6) L'Euro e L'Unione Europea 7) La crisi del debito

Bibliografia

Testi di riferimento • O. Blanchard, Macroeconomia
Una prospettiva europea, Il Mulino, edizione 2016, capitoli 2,3,4,5,7,8,10,11,17,18.

• O. Blanchard, Macroeconomia
Una prospettiva europea, Il Mulino, 2014, capitoli 8, 24

• M. Menegatti, Applicazioni di macroeconomia, Giappichelli, 2012.

Metodi didattici

Metodi didattici Durante il corso vengono trasmesse le nozioni di base della

macroeconomia e si discutono le teorie fondamentali che descrivono il funzionamento dei sistemi economici in una serie di lezioni frontali. A queste si affiancano delle esercitazioni in cui vengono proposti agli studenti degli esempi numerici che forniscono una descrizione semplificata dei modelli teorici di riferimento e che hanno lo scopo di dare la possibilità agli studenti di risolvere alcuni problemi tipici della macroeconomia quali la determinazione dell’equilibrio di un’ economia e le definizione degli effetti della politica economica su tale equilibrio.

Modalità verifica apprendimento

Esame scritto.Le conoscenze e la capacità di comprensione verranno accertate in 10 quesiti a risposta breve. Le capacità di applicare le conoscenze verrà accertata con un esercizio/applicazione numerica. L’autonomia di giudizio e la capacità di apprendere verranno accertate con una domanda su un tema da trattare in modo ampio e dettagliato. Le capacità di comunicare con linguaggio tecnico appropriato verrà accertata valutando il linguaggio utilizzato nella risposta a tale domanda. Ciascuna delle 3 parti (10 quesiti, esercizio, domanda a risposta aperta) determina 1/3 del voto finale.